BURKE, EDMUND – Pensieri Sulla Scarsita’

 7,20

Perchè lo Stato fallisce ogni volta che cerca di attenuare la scarsità e la miseria.

Edizioni: Manifestolibri   Anno: 1997   pag. 79

COD: 018-435 Categoria:

Descrizione

 

In questo prezioso testo del 1795, mai pubblicato in italiano, Edmund Burke, il grande critico britannico della Rivoluzione francese, politico e filosofo di orientamento liberal-conservatore, esprime le sue vedute sull’economia e sulla società.

Teorizzando i fondamenti del libero mercato concorrenziale e dello stato minimo, Burke respinge qualsiasi politica statale volta ad a ttenuare la scarsità e la miseria.

Il ragionamento organicistico di Burke mette a nudo senza infingimenti né ipocrisie la sostanza, tanto lucida quanto cruda, dell’ideologia “ultraliberale”.

Ma individua anche, quasi al suo nascere, gli effettivi punti deboli e nodi irrisolti dello stato assistenziale.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “BURKE, EDMUND – Pensieri Sulla Scarsita’”