HARRY G. FRANKFURT – Sulla Disuguaglianza

 11,00

Perché l’uguaglianza economica non è un ideale da perseguire

Edizioni: Guanda   Anno: 2015   pag. 103

COD: 018-1573 Categoria:

Descrizione

 

La disuguaglianza economica è una delle questioni più dibattute del nostro tempo.

Ma pochi sarebbero pronti a sostenere che la disuguaglianza è un male peggiore della povertà.

I poveri soffrono perché non hanno abbastanza, non perché altri hanno di più, né perché qualcuno ha decisamente troppo.

Allora per quale ragione tanti si preoccupano più dei ricchi che dei poveri?

In questo saggio provocatorio, Harry G. Frankfurt, uno dei più influenti filosofi contemporanei, contrappone argomenti stringenti a chiunque sostenga che la giustizia sociale consiste nel raggiungere l’uguaglianza economica o nel ridurre la disuguaglianza: il nostro dovere morale è quello di eliminare la povertà, mentre stabilire l’uguaglianza economica non è di per sé un obiettivo moralmente rilevante.

Anzi, può distrarre dal compito davvero importante, che è quello di assicurare a ciascuno la quantità di risorse necessarie per vivere una vita soddisfacente.

In questo quadro l’eliminazione delle disuguaglianze non è più un obiettivo primario, ma semmai un effetto collaterale degli sforzi per eliminare la povertà.

Presentandosi come una sfida a opinioni consolidate tanto a destra come a sinistra, “Sulla disuguaglianza” promette di avere un profondo impatto sul dibattito politico attuale.

Come scrive il professor Gideon A. Rosen della Princeton University, è un libro piacevole da leggere, persuasivo nell’argomentazione, “uno di quei saggi filosofici che dovrebbero avere maggiore diffusione”.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “HARRY G. FRANKFURT – Sulla Disuguaglianza”