LEONE TOLSTOJ – Guerra E Rivoluzione

 8,50

Feltrinelli – 2015, Pagine 177

L’anarchismo cristiano del grande scrittore russo

 

Descrizione

In questo saggio del 1906 – ritrovato per questa edizione italiana – Tolstoj delinea il suo programma d’azione politico e denuncia la tirannia degli stati e la cecità morale della società.

Egli si fa profeta di una nuova era e con grande lucidità invita alla insubordinazione verso ogni forma di governo.

Lo spunto è offerto dalla convulsa dinamica della Rivoluzione russa del 1905, emersa sulla scorta della sconfitta della Russia nel conflitto con il Giappone.

È tra l’ottobre e il novembre del 1905 difatti che Tolstoj scrive quest’opera, che non riuscì poi a vedere la luce in patria per la feroce censura zarista.

Tolstoj indica qui la strada verso una “vera concezione della vita”.

Per liberarsi da tutti i mali di cui soffrono gli uomini c’è un unico mezzo: il lavoro interiore che ognuno deve fare per essere l’architetto del proprio miglioramento morale.

Nel delegare il loro potere gli individui realizzano invece una sorta di schiavitù volontaria.

Il testo, sofferta orazione che riflette sugli assetti politici del primo Novecento, fu poi pubblicato non senza difficoltà a Parigi nel 1906.

Il volume diventerà presto introvabile anche in Francia, fino a questa edizione italiana.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “LEONE TOLSTOJ – Guerra E Rivoluzione”