Edward Snowden – Errore di sistema

 18,60

Longanesi, 2019, p. 347

L’autobiografia dell’uomo che ha svelato le attività illegali segrete dei governi

Descrizione

Edward Snowden è un giovane americano, “mago” dell’informatica, che ha prestato servizio nelle due grandi agenzie di intelligence e di sicurezza nazionale degli Stati Uniti: la CIA e l’NSA. Accortosi di come gli Stati utilizzano le nuove tecnologie per controllare la vita delle persone, nel giugno 2013 ha deciso di divulgare al mondo i programmi segreti di spionaggio di massa attuati dai governi statunitense e britannico, finalizzati a spiare impunemente chiunque, sulla rete, in ogni angolo del mondo. In questa autobiografia intitolata Permanent Record (in italiano tradotta come Errore di sistema) Snowden mostra i cambiamenti nel corso della sua vita che lo hanno portato dal patriottismo giovanile alla lotta contro la sorveglianza delle persone, in nome della libertà d’informazione e della privacy. Attualmente Snowden, accusato di gravissimi reati dal governo statunitense, vive sotto protezione a Mosca. La storia raccontata in questo libro è una grande lezione umana di coraggio e di sete per la verità e la giustizia.

1 recensione per Edward Snowden – Errore di sistema

  1. Alessio Piana

    Impressionante e coinvolgente. “Errore di sistema” narra la storia avventurosa, incredibile ed eroica, di un idealista coraggioso. È l’autobiografia di Edward Snowden, l’ex agente dell’intelligence americana che nel 2013 generò un enorme scandalo internazionale rivelando al mondo le attività segrete con cui le agenzie di intelligence americane intercettavano in massa l’intera popolazione mondiale. Oggi Snowden è costretto a vivere in esilio a Mosca da rifugiato politico. Negli Usa verrebbe condannato all’ergastolo per cospirazione, spionaggio e tradimento contro la “sicurezza nazionale” per aver rivelato al mondo la criminale attività di sorveglianza top-secret con cui il governo americano, violando i diritti individuali e la costituzione, ha spiato per anni centinaia di milioni di ignari cittadini di tutto il mondo, archiviando le loro email, le conversazioni, i dati e le informazioni in rete.
    Questa vicenda ci ammonisce su quali mostri può generare la concentrazione di un potere sempre maggiore in capo a uno stato-nazione. Ci ricorda che la deriva totalitaria è insita nei sistemi cosiddetti democratici, e conferma quanto poco efficaci siano i meccanismi costituzionali che dovrebbero contenere il potere politico. Per questo il libro di Snowden dovrebbe essere letto a scuola, e proprio durante le ore di “cittadinanza e costituzione”, al posto dell’ipocrita catechismo di stato che indottrina gli studenti con la sua retorica vuota.
    “La mia coscienza non può più accettare che il governo statunitense violi la privacy, la libertà di Internet e i diritti basilari della gente in tutto il mondo, tramite un immenso meccanismo di sorveglianza costruito in segreto”. Edward Snowden.
    Qui la sintesi del libro per Trame d’oro: https://tramedoro.eu/?p=10192

Aggiungi una recensione